Blog: http://B612.ilcannocchiale.it

di striscio

mi sfiora.
la parola lanciata come un sasso
mi buca il timpano.
quello buono.
sono.
o sembro.
immagine riflessa di un'ombra bianca
si scansa
avanza
e danza
sotto un cielo di pioggia viola
come se il cielo sanguinasse ricordi.
sbrano un istante
tremo
e distante
il sibilo che mi sfugge
mi perfora l'anima
che resta appsa ad un filo
pronta perfino
a dondolare
mentre aspetta la fine di un silenzio.
mentre parlo di striscio.

Pubblicato il 6/7/2006 alle 11.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web