Blog: http://B612.ilcannocchiale.it

(s)vuoto

scavo profondo arrivando alle radici.
e più si scende più fa male.
scavare con le mani la caverna del cuore rischia di far rimanere
nelle unghie pezzi piccolissimi di schegge impazzite.

non c'è motivo per non scendere adesso.
ma la rabbia e il ghiaccio che piano piano vengono grattate
dovranno andare a finire da qualche parte.

svuotando il cuore da inutili certezze si resta immobili ad ammirare
gli iceberg di distacco che avevi messo alle sue porte.

l'atarassia diventa un vago ricordo e le emozioni
travolgono il pensiero.

ma continuo a chiedermi dove saranno il ghiaccio e la rabbia.
non vorrei che rifranassero sul buco appena rimarginato.
un cuore che sanguina è veramente scomodo.

Pubblicato il 7/12/2007 alle 14.53 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web